Slice 1TGCOM24

Questo sito utilizza cookie tecnici, di profilazione e di marketing, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per saperne di più leggi la Cookies Policy, per negare il consenso a tutti o alcuni cookie CLICCA QUI. Cliccando su AUTORIZZO, invece, presti il consenso all'uso di tutti i cookie.

Perché la neve è bianca?

Da cosa dipende il colore dei cristalli di ghiaccio e delle neve?

Il nostro occhio ci è abituato. Nulla, dunque, appare più naturale del fatto che la neve sia bianca. Eppure, a ben vedere, i fiocchi sono composti di acqua. E l’acqua, si sa, è trasparente. Perché, quindi, la neve appare bianca? Partiamo da un assunto di base della fisica. Un oggetto risulta nero quando assorbe tutta la luce che lo colpisce. Risulta altresì trasparente se la luce lo attraversa completamente, colorato se lo stesso oggetto assorbe parte della luce che gli arriva. Un oggetto è, infine, “a specchio” se riflette la luce.

Ecco la spiegazione al manto bianco. Incontrando un cristallo di neve, il raggio di luce viene deviato. E così avviene di cristallo in cristallo finché, alla fine di questo percorso, il raggio torna all’osservatore. Il singolo cristallo rimane comunque trasparente. A noi arrivano però in tal modo tutti i colori di partenza, e siccome il bianco è la somma di tutti i colori, ciò che percepiamo alla fine è proprio il colore bianco. Il manto nevoso è inoltre quasi completamente “a specchio”, dunque abbagliante, perché la maggior parte della luce che lo colpisce viene poi restituita.

Ultime News

Le news piú lette

Espandi